nothing received yet
Ultraschallbilder
33 ragioni di avere un bambino

Ulteriori news

Notizie 23.04.2020

«Tenere liberi i letti!» … ma non vale per gli aborti

Ospedale di Sion.

Nel nostro Paese rimane «possibile» abortire anche durante la pandemia. E ciò nonostante si tratti di un intervento volontario e non di un’emergenza! I rischi associati all’aborto vengono a quanto pare consapevolmente messi in...[leggi]

Mamma interna 23.04.2020

Varato il «fondo Corona»

Coronavirus.

Aiutate le madri in difficoltà con una donazione per evitare che ancora più bambini non ancora nati diventino vittime di aborto a causa della crisi innescata dal coronavirus![leggi]

Notizie 23.04.2020

L’aborto è fra i compiti di un’ostetrica?

Ellinor Grimmark, Linda Steen.

Due ostetriche svedesi erano state licenziate dai loro datori di lavoro perché si erano rifiutate di partecipare attivamente negli interventi abortivi. Avevano portato la loro causa fino dinnanzi alla Corte europea dei diritti...[leggi]

Notizie 23.04.2020

«Medici Senza Frontiere» fa propaganda per l’aborto

Screenshot MSF.

«Medici Senza Frontiere» (o in francese: «Médecins Sans Frontières»; abbr. «MSF») è una nota organizzazione medico-umanitaria globale con sede a Ginevra. Ciò che è meno noto è che già dal 2004 l’organizzazione promuove campagne...[leggi]

Notizie 20.02.2020

Studio fuorviante: nessuna sofferenza psichica dopo l’aborto??

PAS.

Il 12 gennaio 2020 un gruppo di ricerca dell’Università della California ha presentato i risultati di una nuova analisi svolta nell’ambito di uno studio a lungo termine sulle conseguenze dell’aborto. Stando allo studio, sono...[leggi]

Notizie 20.02.2020

A Ginevra la gente si attiva per la vita

40 giorni per la vita a Montreal.

Per la prima volta dei difensori della vita della Svizzera romanda si uniscono al movimento internazionale «40 giorni per la vita» per partecipare, dal 26 febbraio al 5 aprile 2020, alla preghiera per la fine dell’aborto.[leggi]

Notizie 20.02.2020

Farmacista tedesco, «pillola del giorno dopo»: diritto al rifiuto?!

Andreas K.

Le «pillole del giorno dopo» sono potenzialmente abortive. Per motivi di coscienza, Andreas Kersten non le teneva in vendita nella sua farmacia di Berlino. Nell’estate del 2018, la Camera dei farmacisti di Berlino ha intentato...[leggi]

Mamma interna 20.02.2020

I fautori dell’aborto affermano – i difensori della vita rispondono

Gravidanza.

«Il mio corpo mi appartiene!» I fautori dell’aborto affermano: «L’embrione è una parte della donna. Perciò sta alla donna decidere». I difensori della vita rispondono: falso. L’embrione è un essere umano indipendente, con...[leggi]

Politica 21.11.2019

L’«onda verde» e la protezione della vita

Palazzo federale; colorata in verde.

Già prima, e a maggior ragione dopo il 20 ottobre 2019, si parlava dell’«onda verde» che travolgeva la Svizzera: Verdi e Verdi liberali da record! Sfortunatamente, entrambi i partiti non contemplano nella loro agenda politica...[leggi]

Notizie 21.11.2019

Orrore: un abortista collezionò i resti di 2411 bambini non nati

Davanti alla proprietà del Dr. Klopfer.

Il 16 settembre 2019, il vicepresidente americano Mike Pence twittò: «L’orribile scoperta (…) presso l’abitazione (…) del medico abortista Dr. Klopfer è terrificante, e dovrebbe scuotere la coscienza di ogni americano.» E: «Le...[leggi]

Risultati da 1 a 10 su 160
<< Prima < Precedente 1-10 11-20 21-30 31-40 41-50 51-60 61-70 Prossima > Ultima >>
 

Video consigliati

Un genio a un passo dall’essere abortito

Questo cortometraggio, di realizzazione professionale, si basa su un fatto reale. L’ambientazione riporta al 18° secolo: una gestante si trova sull’orlo di un baratro, e anche il bambino che porta in grembo è minacciato da distruzione… Ma non si arriva a tanto. Invece, alla fine la madre, nonostante il parto difficile, può dire in piena sincerità sì al bambino – o, per usare le parole del film, riesce «ad accogliere le note discordanti» per «comporre con queste una nuova melodia». – Lingua: tedesco con sottotitoli in inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: crescendomovie.com

Il festeggiato era stato abortito
Il festeggiato era stato abortito

È un pensiero che perseguita tante donne dopo un aborto: «Come sarebbe se il mio bambino fosse ancora vivo?» Nel cortometraggio «Aaron», una giovane donna si trova a combattere con questo interrogativo nel giorno calcolato per il compleanno del proprio figlio abortito: immagina di trascorrere la giornata con lui nel parco giochi. Il video culmina con la scena in cui la donna siede sola su una panchina e ode la voce di un bambino piccolo mormorare: «Ti amo, mamma. E ti perdono.» – Lingua: inglese con sottotitoli in italiano – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: lifesitenews.com

«Mamma, voglio raccontare che cos’è veramente l’aborto»

Il cortometraggio «To Be Born» («Nascere») tratta di una giovane donna alle prese con una gravidanza fuori programma e intenzionata di abortire. Nel mezzo dell’intervento si viene a trovare in una penosa situazione: ode la voce della sua figlioletta non ancora nata, che comincia a descrivere gli sconvolgenti particolari di quello che le sta succedendo. – ATTENZIONE: Questo film contiene scene e particolari probabilmente non adatti a minorenni e persone particolarmente emotive. – Lingua: Inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: tobeborn.com – Commento: Cortometraggio con alcune immagini difficile da sopportare, ma realizzato con vera professionalità.

«Sangue del tuo sangue»

Videoclip rap «Dis Fleisch und Bluet» (Sangue del tuo sangue) – Stego feat. Cesca – Lingua: dialetto svizzero tedesco – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: stego.ch