nothing received yet
Ultraschallbilder
33 ragioni di avere un bambino

Ulteriori news

Notizie 20.06.2012

Il boicottaggio Pepsi ottiene lo scopo

La Cola – aromacologia senza nessi con l’aborto.

Per un anno, gruppi americani per il diritto alla vita hanno chiamato al boicottaggio della Pepsi. Ora, questa multinazionale delle bevande si è distanziata da una aromacologia che impiega linee cellulari provenienti da bambini...[leggi]

Politica 22.03.2012

Istruzione sessuale: presto al via la nuova iniziativa

Genitori con la loro figlioletta (figura simbolica).

Molto è al momento poco chiaro: per sistemare la questione dell’istruzione sessuale scolastica, si presenta sempre più inevitabile il ricorso ad una iniziativa popolare federale. Prossimamente, un comitato comincerà con la...[leggi]

Notizie 22.03.2012

Nuovo test prenatale – a che giova?

«Futuri» genitori al riva di un mare (figura simbolica).

La ricerca medica amplia di continuo il campo delle sue possibilità. Però non tutto torna a vantaggio. Nel caso del nuovo test prenatale è evidente che con questo incombe su ancora più bambini handicappati la minaccia di un...[leggi]

Notizie 23.11.2011

Educazione sessuale: procedura a rilento

Consiglio di Stato di Basilea Città.

Il direttore della pubblica educazione di Basilea Città, a quanto pare, non è intenzionato di assumersi da solo la responsabilità di decidere sull’esonero dall’insegnamento in materia di sessualità. All’inizio di novembre fece...[leggi]

Notizie 23.11.2011

Una vittoria per la vita

Oliver Brüstle, ricercatore sulle cellule staminali.

Nei primi giorni dopo il suo concepimento, l’essere umano è ancora minuscolo, e tuttavia possiede piena dignità umana: ciò che per i difensori della vita è chiaro da sempre, è stato ora confermato giuridicamente dalla Corte...[leggi]

Politica 21.09.2011

Andate a votare – e votate bene!

Le sale dei Consigli a Berna.

La Svizzera ha bisogno di parlamentari che sostengano le più urgenti richieste di oggi per la protezione della vita.[leggi]

Notizie 21.09.2011

Educazione sessuale: i responsabili minimizzano

Il Direttore della pubblica educazione Eymann su Telebasel.

A Basilea Città è già stata collocata sulla rampa di lancio, mentre per le scuole nel resto della Svizzera è ancora in fase di programmazione: la nuova educazione sessuale obbligatoria a cominciare dalla scuola d’infanzia. Da...[leggi]

Notizie 20.07.2011

«Stop all’educazione sessuale già nella scuola d’infanzia!»

«Sex-Box», vista esteriore.

Educare era finora in generale di pertinenza dei genitori. Tanto più poi per l’educazione sessuale. Taluni ideologizzati «sessual-pedagoghi», incaricati dallo stato, vedono adesso la cosa in modo diverso. Essi vogliono che in...[leggi]

Notizie 20.07.2011

Svizzera: aumento degli aborti

Comunicato stampa UFS.

Il 5 luglio, l’Ufficio federale di statistica ha pubblicato le cifre relative agli aborti per l’anno 2010. Il comunicato stampa è stato titolato con: «Interruzioni di gravidanza in calo tra le adolescenti». In tale modo, questo...[leggi]

Notizie, Politica 20.07.2011

Depositate 111'000 firme

Deposito dell'iniziativa popolare.

Il 4 luglio, il Comitato dell’iniziativa popolare federale «Il finanziamento dell’aborto è una questione privata» ha depositato nella Cancelleria federale a Berna le firme raccolte. Ora seguirà l’importante lavoro di...[leggi]

 

Video consigliati

Un genio a un passo dall’essere abortito

Questo cortometraggio, di realizzazione professionale, si basa su un fatto reale. L’ambientazione riporta al 18° secolo: una gestante si trova sull’orlo di un baratro, e anche il bambino che porta in grembo è minacciato da distruzione… Ma non si arriva a tanto. Invece, alla fine la madre, nonostante il parto difficile, può dire in piena sincerità sì al bambino – o, per usare le parole del film, riesce «ad accogliere le note discordanti» per «comporre con queste una nuova melodia». – Lingua: tedesco con sottotitoli in inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: crescendomovie.com

Il festeggiato era stato abortito
Il festeggiato era stato abortito

È un pensiero che perseguita tante donne dopo un aborto: «Come sarebbe se il mio bambino fosse ancora vivo?» Nel cortometraggio «Aaron», una giovane donna si trova a combattere con questo interrogativo nel giorno calcolato per il compleanno del proprio figlio abortito: immagina di trascorrere la giornata con lui nel parco giochi. Il video culmina con la scena in cui la donna siede sola su una panchina e ode la voce di un bambino piccolo mormorare: «Ti amo, mamma. E ti perdono.» – Lingua: inglese con sottotitoli in italiano – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: lifesitenews.com

«Mamma, voglio raccontare che cos’è veramente l’aborto»

Il cortometraggio «To Be Born» («Nascere») tratta di una giovane donna alle prese con una gravidanza fuori programma e intenzionata di abortire. Nel mezzo dell’intervento si viene a trovare in una penosa situazione: ode la voce della sua figlioletta non ancora nata, che comincia a descrivere gli sconvolgenti particolari di quello che le sta succedendo. – ATTENZIONE: Questo film contiene scene e particolari probabilmente non adatti a minorenni e persone particolarmente emotive. – Lingua: Inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: tobeborn.com – Commento: Cortometraggio con alcune immagini difficile da sopportare, ma realizzato con vera professionalità.

«Sangue del tuo sangue»

Videoclip rap «Dis Fleisch und Bluet» (Sangue del tuo sangue) – Stego feat. Cesca – Lingua: dialetto svizzero tedesco – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: stego.ch