nothing received yet
Ultraschallbilder
33 ragioni di avere un bambino
Ulteriori news
Politica21.07.2015

DPI: Porta spalancata?

Contro la legge sulla DPI il referendum è urgentemente necessario

Porta sulla sala del Consiglio nazionale.

Porta spalancata sulla sala del Consiglio nazionale, Berna: I parlamentari vogliono far entrare la DPI! (© Figura: parlamento.ch)

Il 14 giugno, la votazione per l’articolo costituzionale sulla DPI ha purtroppo mancato di poco la maggioranza dei cantoni, per conseguire un NO. Ora, dal punto di vista della protezione della vita, contro la legge sulla DPI solo il referendum può evitare qualcosa di ancora peggio.

Il Consiglio nazionale e il Consiglio degli stati hanno approvato la legge sulla diagnosi preimpianto (DPI) già il 12 dicembre 2014. La modifica della legge sulla medicina della procreazione, deliberata dal parlamento, è talmente avanzata che tra breve la porta sarà letteralmente spalancata.

In particolare la legge revisionata vuole permettere la DPI anche a coppie non portatrici di una grave infermità ereditaria. Tutte le coppie che fanno richiesta di una fertilizzazione «in-vitro» (al momento circa 6000 l’anno), potrebbero, prima dell’impianto nell’utero, far esaminare i loro embrioni riguardo ad anomalie cromosomiche. Ciò è però un passo in direzione della coltivazione di esseri umani. La richiesta dell’ammissione di «bambini per pezzi di ricambio» e di «bambini su misura» non si farebbe attendere a lungo.

 

Adesso ordinare le liste delle firme. Con la pubblicazione della legge revisionata nel bollettino ufficiale della Confederazione ha inizio un termine di 100 giorni entro il quale può essere richiesta con 50'000 firme una votazione sul progetto di legge. L’Associazione Mamma ha l’intenzione di fornire un forte contributo per il conseguimento del referendum e fa affidamento su un sostegno attivo da parte dei suoi membri, amici e benefattori. Già ora è possibile ordinare liste delle firme: per e-mail (info(at)mamma.ch), telefono (061 703 03 07) o con richiesta sulla polizza di versamento. Le liste delle firme saranno inviate appena inizia il termine per il referendum.

 

I «più bravi» nella votazione del 14 giugno

 

Uno sguardo nella carta politica. Qui ci sono state le maggiori percentuali di NO alla DPI:

Cantoni:
1. Obvaldo (55,8 % NO)
2. Appenzello Interno (55,5 %)
3. Uri (53,9 %)

Distretti:
1. Entlebuch (LU; 65,1 %)
2. Distretto di Unterklettgau (SH; 60,1 %)
3. Distretto di Svitto (SZ; 59,8 %)

Comuni:
1. Corippo (TI; 100 %)
2. Riemenstalden (SZ; 93,1 %)
3. Seehof (BE; 87,5 %)

 

Video consigliati

Messaggio del Presidente USA alla Marcia per la Vita di Washington

Il 19 gennaio 2018, per la prima volta un Presidente USA in carica si è rivolto in linea in diretta ai partecipanti della «March for Life» a Washington D.C. Seguite, in questa ripresa dal giardino della Casa Bianca, le osservazioni introduttive del vicepresidente Mike Pence e poi il discorso di Donald J. Trump (durata totale 13 minuti circa). – Lingua: inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: whitehouse.gov

Così tanta gente ha preso parte alla March for Life 2018!

Il 19 gennaio 2018 si è tenuta sotto condizioni meteorologiche ideali la 45a March for Life (Marcia per la Vita) a Washington D.C. Vedete qui a volo d’uccello una ripresa, comprimata a 1 minuto di durata, del  corteo quasi interminabile di manifestanti! – Video senza sonoro – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: studentsforlife.org

Un genio a un passo dall’essere abortito

Questo cortometraggio, di realizzazione professionale, si basa su un fatto reale. L’ambientazione riporta al 18° secolo: una gestante si trova sull’orlo di un baratro, e anche il bambino che porta in grembo è minacciato da distruzione… Ma non si arriva a tanto. Invece, alla fine la madre, nonostante il parto difficile, può dire in piena sincerità sì al bambino – o, per usare le parole del film, riesce «ad accogliere le note discordanti» per «comporre con queste una nuova melodia». – Lingua: tedesco con sottotitoli in inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: crescendomovie.com

Il festeggiato era stato abortito
Il festeggiato era stato abortito

È un pensiero che perseguita tante donne dopo un aborto: «Come sarebbe se il mio bambino fosse ancora vivo?» Nel cortometraggio «Aaron», una giovane donna si trova a combattere con questo interrogativo nel giorno calcolato per il compleanno del proprio figlio abortito: immagina di trascorrere la giornata con lui nel parco giochi. Il video culmina con la scena in cui la donna siede sola su una panchina e ode la voce di un bambino piccolo mormorare: «Ti amo, mamma. E ti perdono.» – Lingua: inglese con sottotitoli in italiano – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: lifesitenews.com

«Mamma, voglio raccontare che cos’è veramente l’aborto»

Il cortometraggio «To Be Born» («Nascere») tratta di una giovane donna alle prese con una gravidanza fuori programma e intenzionata di abortire. Nel mezzo dell’intervento si viene a trovare in una penosa situazione: ode la voce della sua figlioletta non ancora nata, che comincia a descrivere gli sconvolgenti particolari di quello che le sta succedendo. – ATTENZIONE: Questo film contiene scene e particolari probabilmente non adatti a minorenni e persone particolarmente emotive. – Lingua: Inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: tobeborn.com – Commento: Cortometraggio con alcune immagini difficile da sopportare, ma realizzato con vera professionalità.

«Sangue del tuo sangue»

Videoclip rap «Dis Fleisch und Bluet» (Sangue del tuo sangue) – Stego feat. Cesca – Lingua: dialetto svizzero tedesco – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: stego.ch