nothing received yet
Ultraschallbilder
33 ragioni di avere un bambino
Ulteriori news
Mamma interna23.07.2018

«Che c’è di femminile nel fatto che posso condurre la stessa vita di un uomo?»

Birgit Kelle tiene una conferenza su femminismo e maternità

Birgit Kelle.

Con la sua relazione piacevole e nel contempo seria, Birgit Kelle… (© Figura: Christoph Klein)

La sala.

… ha suscitato l’entusiasmo del folto pubblico nella sala presso la Jurastrasse 2 a Münchenstein. (© Figura: Associazione Mamma)

Anche dopo 60 minuti si avrebbe continuato volentieri ad ascoltare ancora più a lungo l’esperta relatrice e autrice di bestseller. Birgit Kelle è giunta con abilità al fulcro del «grande problema del femminismo in relazione con la maternità» e ha illustrato per contro l’immagine di una maternità pienamente soddisfacente che è insita nelle donne e dovrebbe essere molto più valorizzata dalla società e dalla politica.

9 giugno 2018, Comune di Münchenstein, Basilea Campagna: le temperature sono già quasi da piena estate. Tuttavia il pubblico di ben oltre 100 ascoltatori non corre alcun pericolo di appisolarsi… poiché è troppo interessante ciò che la relatrice là davanti sul podio sta esponendo, analizzando e commentando con tanta destrezza!

 

La maternità, un problema? «Fallirà il femminismo a causa della maternità?»: questo il tema della relazione. In sintesi: sì, secondo Birgit Kelle i segnali per un tale fallimento ci sono. Il femminismo esclude completamente le esigenze di quella grande massa di donne alle quali piace diventare e essere madri. In tal modo esso si rende irrilevante per la maggioranza delle donne… «Il femminismo ha definito l’emancipazione come segue: ‹noi donne dobbiamo fare le stesse cose che fanno gli uomini, solo in questo modo saremo emancipate›… Ma che c’è di femminile nel fatto che posso condurre la stessa vita di un uomo?»

 

La maternità, una soddisfazione! Invece di seguire gli schemi di vita dell’uomo, come ha fatto fino a oggi il femminismo, le donne dovrebbero riconoscere che la «maternità richiede tempo, che la maternità è insita in loro stesse e che per molte donne essa riflette realmente un bisogno profondo.» Se la società vuole crescere bambini solidi, allora «dobbiamo dare nuovamente spazio alla maternità, dobbiamo trasmettere la gioia nei confronti della maternità… Se ci allontaneremo dall’idea che i bambini sono un problema, vi saranno di nuovo più bambini nella società. E tutti voi potete contribuire ad esternare il sentimento di gioia.»

 

Un video della durata di circa 4 minuti con un resoconto sull’incontro con Birgit Kelle nonché un’intervista separata con lei di una decina di minuti sono disponibili in alto della colonna destra della home page in tedesco di questo sito web.

 

Video consigliati

Messaggio del Presidente USA alla Marcia per la Vita di Washington

Il 19 gennaio 2018, per la prima volta un Presidente USA in carica si è rivolto in linea in diretta ai partecipanti della «March for Life» a Washington D.C. Seguite, in questa ripresa dal giardino della Casa Bianca, le osservazioni introduttive del vicepresidente Mike Pence e poi il discorso di Donald J. Trump (durata totale 13 minuti circa). – Lingua: inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: whitehouse.gov

Così tanta gente ha preso parte alla March for Life 2018!

Il 19 gennaio 2018 si è tenuta sotto condizioni meteorologiche ideali la 45a March for Life (Marcia per la Vita) a Washington D.C. Vedete qui a volo d’uccello una ripresa, comprimata a 1 minuto di durata, del  corteo quasi interminabile di manifestanti! – Video senza sonoro – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: studentsforlife.org

Un genio a un passo dall’essere abortito

Questo cortometraggio, di realizzazione professionale, si basa su un fatto reale. L’ambientazione riporta al 18° secolo: una gestante si trova sull’orlo di un baratro, e anche il bambino che porta in grembo è minacciato da distruzione… Ma non si arriva a tanto. Invece, alla fine la madre, nonostante il parto difficile, può dire in piena sincerità sì al bambino – o, per usare le parole del film, riesce «ad accogliere le note discordanti» per «comporre con queste una nuova melodia». – Lingua: tedesco con sottotitoli in inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: crescendomovie.com

Il festeggiato era stato abortito
Il festeggiato era stato abortito

È un pensiero che perseguita tante donne dopo un aborto: «Come sarebbe se il mio bambino fosse ancora vivo?» Nel cortometraggio «Aaron», una giovane donna si trova a combattere con questo interrogativo nel giorno calcolato per il compleanno del proprio figlio abortito: immagina di trascorrere la giornata con lui nel parco giochi. Il video culmina con la scena in cui la donna siede sola su una panchina e ode la voce di un bambino piccolo mormorare: «Ti amo, mamma. E ti perdono.» – Lingua: inglese con sottotitoli in italiano – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: lifesitenews.com

«Mamma, voglio raccontare che cos’è veramente l’aborto»

Il cortometraggio «To Be Born» («Nascere») tratta di una giovane donna alle prese con una gravidanza fuori programma e intenzionata di abortire. Nel mezzo dell’intervento si viene a trovare in una penosa situazione: ode la voce della sua figlioletta non ancora nata, che comincia a descrivere gli sconvolgenti particolari di quello che le sta succedendo. – ATTENZIONE: Questo film contiene scene e particolari probabilmente non adatti a minorenni e persone particolarmente emotive. – Lingua: Inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: tobeborn.com – Commento: Cortometraggio con alcune immagini difficile da sopportare, ma realizzato con vera professionalità.

«Sangue del tuo sangue»

Videoclip rap «Dis Fleisch und Bluet» (Sangue del tuo sangue) – Stego feat. Cesca – Lingua: dialetto svizzero tedesco – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: stego.ch