nothing received yet
Ultraschallbilder
33 ragioni di avere un bambino
Ulteriori news
Mamma interna23.05.2019

Ingerita la «RU-486?» Il bambino può vivere lo stesso e restare sano!

Salvare i bambini dall’aborto – ne parlano ospiti dagli USA

Una donna.

Il mondo non deve per forza cascarle addosso: l’effetto della pillola abortiva è reversibile! (© Figura: palidachan/Shutterstock)

Rick Smith.

Rick Smith con la sua famiglia. (© Figura: m.a.d.)

Il 15 giugno 2019 a Münchenstein si parla dell’interruzione dell’aborto e di speranza di fronte a una diagnosi di «Down». Il Prof. Dott. George Delgado è l’esperto del salvataggio dei bambini dopo che la madre ha assunto la pillola abortiva. Rick Smith, con la sua rete «Hope Story», salva dall’aborto i bambini affetti dalla sindrome di Down. I due protagonisti della difesa della vita terranno presto una conferenza in Svizzera. Se non l’avete già fatto, iscrivetevi ora a questo straordinario evento!

Il dott. Delgado e il signor Smith saranno a Münchenstein su invito dell’Associazione Mamma e dell’Aiuto svizzero per madre e bambino (ASMB). Una nostra delegazione li aveva incontrati nel gennaio 2019 in occasione di un congresso a Washington, D.C. Scoprite di più sui due relatori nei seguenti passaggi! La panoramica del programma e le indicazioni per l’iscrizione le trovate nel riquadro più in basso di questa pagina.

 

PROF. DOTT. GEORGE DELGADO. È stato lui a pubblicare il primo articolo sulla reversione dell’effetto del mifepristone («RU-486») tramite somministrazione di progesterone. Il prof. dott. Delgado è in seguito diventato fondatore e direttore medico della rete «Abortion Pill Rescue» (APR) per le donne che desiderano interrompere un aborto avviato tramite assunzione della pillola abortiva. Il prof. dott. Delgado è anche specializzato in cure palliative, etica della salute e pianificazione familiare naturale. Insieme alla moglie Liz ha quattro figli (e un nipote) e vive in California.

 

RICK SMITH. Rick Smith si presenta su Twitter come «comunicatore, narratore, sviluppatore di idee, amante della verità, ispiratore di fiducia e fondatore e presidente di hopestory.org». Sin dalla nascita del primo figlio Noah nel dicembre del 2010, lui e sua moglie Abby si sono prodigati con impegno vieppiù crescente nell’aiutare le famiglie con bambini affetti dalla sindrome di Down. Con il loro aiuto vogliono far capire al mondo che la vita delle persone affette da trisomia 21 è degna di essere vissuta. Un anno fa i due hanno fondato la rete «Hope Story» («storia di speranza»). Lo scopo di questa organizzazione caritatevole è influenzare positivamente i ginecologi e mettere in contatto madri e padri con un bebè affetto dalla sindrome di Down con famiglie «esperte» nel crescere questi bambini. Rick Smith ha conseguito una laurea in comunicazione aziendale e un master in teologia. La famiglia, che conta ora tre bambini, vive in Texas.

 

Sabato 15 giugno 2019: il programma

 

Luogo dell’evento: Hotel Hofmatt, Baselstrasse 88, 4142 Münchenstein.

ore 11:00

Conferenza del Prof. dott. med. George Delgado, San Diego, California/USA.
Quando una donna cambia improvvisamente idea dopo aver assunto la pillola abortiva – un resoconto su oltre 600 storie di successo grazie all’applicazione di un antidoto.

ore 12:00

Conferenza di Rick Smith, fondatore e CEO di «Hope Story», Texas/USA.
Qual è il modo migliore per un medico di comunicare ai genitori una diagnosi di «sindrome di Down», e come delle storie di successo possono salvare delle vite.

ore 13:00

Aperitivo ricco e conclusione.

ore 14:30

Programma speciale: Rick Smith in persona.
Dialogo con dei genitori con un figlio affetto e con altre persone interessate al tema «Sindrome di Down»

Traduzione simultanea delle relazioni in tedesco e francese.

Iscrizione: entrata libera, colletta. Siete tutti cordialmente invitati! Per motivi organizzativi, vi chiediamo di iscrivervi all’evento inviando una e-mail a info(at)mamma.ch o chiamando lo 061 703 03 07. Vogliate indicare, al momento dell’iscrizione, se intendete partecipare all’aperitivo.

Itinerario

In automobile: destinazione = Baselstrasse 88, 4142 Münchenstein. Un numero limitato di posteggi è disponibile direttamente di fronte all’hotel. Ulteriori possibilità di parcheggio saranno indicate in loco.
Con i mezzi pubblici: dalla stazione FFS di Basilea, prendere il tram numero 10 in direzione «Dornach, Bahnhof» e scendere alla fermata «Hofmatt» (app FFS: Münchenstein, Hofmatt). La fermata del tram è di fronte all’Hotel Hofmatt.

 

Video consigliati

Messaggio del Presidente USA alla Marcia per la Vita di Washington

Il 19 gennaio 2018, per la prima volta un Presidente USA in carica si è rivolto in linea in diretta ai partecipanti della «March for Life» a Washington D.C. Seguite, in questa ripresa dal giardino della Casa Bianca, le osservazioni introduttive del vicepresidente Mike Pence e poi il discorso di Donald J. Trump (durata totale 13 minuti circa). – Lingua: inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: whitehouse.gov

Così tanta gente ha preso parte alla March for Life 2018!

Il 19 gennaio 2018 si è tenuta sotto condizioni meteorologiche ideali la 45a March for Life (Marcia per la Vita) a Washington D.C. Vedete qui a volo d’uccello una ripresa, comprimata a 1 minuto di durata, del  corteo quasi interminabile di manifestanti! – Video senza sonoro – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: studentsforlife.org

Un genio a un passo dall’essere abortito

Questo cortometraggio, di realizzazione professionale, si basa su un fatto reale. L’ambientazione riporta al 18° secolo: una gestante si trova sull’orlo di un baratro, e anche il bambino che porta in grembo è minacciato da distruzione… Ma non si arriva a tanto. Invece, alla fine la madre, nonostante il parto difficile, può dire in piena sincerità sì al bambino – o, per usare le parole del film, riesce «ad accogliere le note discordanti» per «comporre con queste una nuova melodia». – Lingua: tedesco con sottotitoli in inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: crescendomovie.com

Il festeggiato era stato abortito
Il festeggiato era stato abortito

È un pensiero che perseguita tante donne dopo un aborto: «Come sarebbe se il mio bambino fosse ancora vivo?» Nel cortometraggio «Aaron», una giovane donna si trova a combattere con questo interrogativo nel giorno calcolato per il compleanno del proprio figlio abortito: immagina di trascorrere la giornata con lui nel parco giochi. Il video culmina con la scena in cui la donna siede sola su una panchina e ode la voce di un bambino piccolo mormorare: «Ti amo, mamma. E ti perdono.» – Lingua: inglese con sottotitoli in italiano – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: lifesitenews.com

«Mamma, voglio raccontare che cos’è veramente l’aborto»

Il cortometraggio «To Be Born» («Nascere») tratta di una giovane donna alle prese con una gravidanza fuori programma e intenzionata di abortire. Nel mezzo dell’intervento si viene a trovare in una penosa situazione: ode la voce della sua figlioletta non ancora nata, che comincia a descrivere gli sconvolgenti particolari di quello che le sta succedendo. – ATTENZIONE: Questo film contiene scene e particolari probabilmente non adatti a minorenni e persone particolarmente emotive. – Lingua: Inglese – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: tobeborn.com – Commento: Cortometraggio con alcune immagini difficile da sopportare, ma realizzato con vera professionalità.

«Sangue del tuo sangue»

Videoclip rap «Dis Fleisch und Bluet» (Sangue del tuo sangue) – Stego feat. Cesca – Lingua: dialetto svizzero tedesco – Immagine più grande in migliore risoluzione: clic sul logo YouTube (link sulla pagina YouTube) – Fonte: stego.ch